Imprese e diritti umani

Comunicato
11.12.2017

Economiesuisse silura un dialogo costruttivo

La Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale (CAG-CN) ha respinto un controprogetto. Questo rifiuto è imputabile all’azione aggressiva di lobbying condotta da Economiesuisse che silura un dialogo costruttivo tra multinazionali e ONG.
Articolo GLOBAL+
8.12.2017

Le misure volontarie non sono il paradiso

Innumerevoli imprese utilizzano volontariamente ogni minima lacuna legale per massimizzare i loro utili. Il volontarismo è anche al centro della politica del Consiglio federale nel campo dei diritti umani.
Comunicato
15.11.2017

La Commissione vuole un controprogetto

Contrariamente al Consiglio federale, la Commissione prende in seria considerazione la necessità di agire. Propone delle misure sul piano legislativo.
Articolo GLOBAL+
23.10.2017

Il parlamento britannico sta facendo pressione

Il dibattito sull’applicazione dei Principi guida dell’ONU su imprese e diritti umani si sta sviluppando anche nel Regno Unito. Un rapporto parlamentare pone sostanzialmente le stesse esigenze contenute nell’Iniziativa per multinazionali responsabili
Articolo GLOBAL+
23.10.2017

PCN dell'OCSE : I limiti del dialogo

Le associazioni economiche si oppongono all’introduzione di una responsabilità civile per violazione dei diritti umani e dell’ambiente da parte delle imprese evidenziando i benefici del Punto di contatto nazionale della Svizzera.
Comunicato
16.10.2017

Industrie estrattive e consumo consapevole

Successo per la tavola rotonda organizzata da Alliance Sud con Sacrificio Quaresimale sul tema della Svizzera, le materie prime e la responsabilità del consumo.
Comunicato
5.10.2017

Industrie estrattive e consumo consapevole

Alliance Sud con Sacrificio Quaresimale promuove una discussione su materie prime e diritti umani sulla base del film di Daniel Schweizer sull’operato di alcune multinazionali svizzere del settore estrattivo.
Comunicato
15.9.2017

La necessità di agire è un fatto incontestabile

Nel suo messaggio sull’Iniziativa per multinazionali responsabili il Consiglio federale afferma che le violazioni dei diritti umani da parte delle multinazionali con sede in Svizzera sono un problema. Il Governo appoggia le misure volontarie.
Articolo GLOBAL+
29.4.2017

PAN : la strada è ancora lunga

Ci sono voluti quattro anni per restare alla casella di partenza: le imprese che non rispettano i diritti umani non dovranno essere sottoposte ad un obbligo di Dovuta Diligenza. Le misure volontarie restano la regola.