Regolamentazioni

Articolo global
6.8.2018

Sì, a volte capita che la Svizzera si muova!

La responsabilità delle multinazionali svizzere di rispettare i diritti umani e l’ambiente è ormai dibattuto nel cuore della società. Il Parlamento procede a un esame minuzioso dell’iniziativa per multinazionali responsabili.
Comunicato
14.6.2018

La via del compromesso resta aperta

Il Consiglio nazionale ha accettato il controprogetto all’Iniziativa multinazionali responsabili. Ampiamente sostenuto, questo controprogetto rappresenta un compromesso tra gli iniziativisti, le forze del Parlamento e quelle dell’economia.
Articolo global
1.5.2018

Quando le filiali olandesi prendono l’iniziativa

Mentre economiesuisse è ferma sullo scontro per quanto riguarda la protezione dei diritti umani, all’estero delle multinazionali elvetiche si assumono le proprie responsabilità.
Comunicato
20.4.2018

La Commissione vuole un controprogetto indiretto

La Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati riconosce che le violazioni dei diritti umani commesse da multinazionali che hanno la loro sede in Svizzera sono un problema.
Articolo global
8.12.2017

Le misure volontarie non sono il paradiso

Innumerevoli imprese utilizzano volontariamente ogni minima lacuna legale per massimizzare i loro utili. Il volontarismo è anche al centro della politica del Consiglio federale nel campo dei diritti umani.
Comunicato
15.11.2017

La Commissione vuole un controprogetto

Contrariamente al Consiglio federale, la Commissione prende in seria considerazione la necessità di agire. Propone delle misure sul piano legislativo.
Articolo global
23.10.2017

Il parlamento britannico sta facendo pressione

Il dibattito sull’applicazione dei Principi guida dell’ONU su imprese e diritti umani si sta sviluppando anche nel Regno Unito. Un rapporto parlamentare pone sostanzialmente le stesse esigenze contenute nell’Iniziativa per multinazionali responsabili
Articolo global
29.4.2017

PAN : la strada è ancora lunga

Ci sono voluti quattro anni per restare alla casella di partenza: le imprese che non rispettano i diritti umani non dovranno essere sottoposte ad un obbligo di Dovuta Diligenza. Le misure volontarie restano la regola.
Comunicato
12.1.2017

La politica dello struzzo persiste

Il Consiglio Federale respinge l'iniziativa per multinazionali resposabili. Cosi perde l’occasione di affrontare seriamente le importanti sfide nell’ambito delle imprese e dei diritti umani.