Un Consiglio federale non equilibrato

Unternehmenssteuerreform III
Comunicato
Il Consiglio federale ha esposto oggi la proposta di budget federale 2018, dal titolo “un preventivo equilibrato”. In realtà si tratta di un pacchetto di risparmi completamente unilaterale che dovrebbe andare a danno della Cooperazione allo sviluppo.

Comunicato stampa di Alliance Sud del 28 giugno 2017

I tagli previsti dal Consiglio federale nel budget 2018 potrebbero difficilmente essere meno equilibrati. Nella difesa nazionale è previsto un aumento delle spese del 2.8%, mentre le spese per la formazione dovrebbero rimanere stabili. In agricoltura il Consiglio federale prevede certo tagli di circa il 3%, ma non si vede come il Parlamento, nella sua composizione attuale, potrebbe accettarli.

Nel 2016, 150 milioni di franchi circa sono già stati tagliati nella cooperazione internazionale. Il Consiglio federale aveva promesso che le spese sarebbero aumentate di nuovo rapidamente. Eppure adesso vuole tagliare di nuovo 150 milioni, il che corrisponde ad una riduzione supplementare del 2% rispetto al 2017. Ancora una volta, è l’impegno della Svizzera a favore di un mondo giusto e della pace che ne patisce. I risparmi andranno a scapito dell’aiuto umanitario e della cooperazione allo sviluppo (CAS) a lungo termine e toccheranno sia la cooperazione bilaterale che multilaterale, per esempio i programmi di sviluppo dell’ONU. Solo l’aiuto d’urgenza immediato e la promozione della pace non sono toccati.

La cooperazione allo sviluppo non è solo sinonimo di solidarietà, ma è anche strategicamente indispensabile per migliorare il benessere della Svizzera. Offre prospettive di vita nei paesi poveri e fragili, serve a prevenire l’estremismo violento, i conflitti armati e la fuga e serve anche l’economia svizzera, fortemente orientata verso l’estero. Nonostante questo, è proprio qui che il Consiglio federale vuole tagliare. Da un punto di vista strategico, è semplicemente assurdo. La popolazione svizzera vede più in là: nello studio sulla sicurezza 2017 dell’ETH (in tedesco), solo 12% dei sondati pensa che la Svizzera spenda troppo poco per la difesa. Invece il 65% esige che la Svizzera dia più aiuto allo sviluppo per garantire i suoi interessi e contribuire alla sicurezza del mondo.

Per ulteriori informazioni: Mark Herkenrath, direttore di  Alliance Sud, 078 699 58 66.