Bisogna attuare l'Agenda 2030 senza attendere!

24.9.2020
Comunicato
Cinque anni dopo la sua adozione, la Svizzera non ha ancora una strategia per attuare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). Con un Appello al Consiglio Federale, la Piattaforma Agenda 2030 richiede che gli OSS siano attuati senza attendere.

Comunicato stampa della Piattaforma Agenda 2030 del 24 settembre 2020

Sviluppo sostenibile: Il Consiglio federale deve realizzare l’Agenda 2030 senza attendere!

Proprio cinque anni fa la Svizzera adottava l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). Manca però sempre una strategia per metterla in atto. La Piattaforma Agenda 2030 chiede urgentemente al Consiglio federale di realizzare gli OSS, senza più attendere.

La Piattaforma Agenda 2030, composta da una cinquantina d’associazioni, federazioni, istituzioni e sindacati della Svizzera, ha lanciato un appello al Consiglio federale durante la sua recente assemblea dei membri. Cinque anni dopo l’adozione dell’Agenda 2030, essa chiede al governo una strategia chiara, per rendere la produzione e il consumo sostenibili, proteggere gli ecosistemi, applicare delle misure efficaci in favore del clima e per realizzare le pari opportunità. In modo particolare, si tratta d’eliminare delle contraddizioni tra le diverse cerchie politiche e di mirare alla coerenza in favore della sostenibilità.  

È ora che il Consiglio federale sottoponga un progetto in consultazione e che spiani la strada all’adozione d’una strategia di sviluppo sostenibile, all’altezza delle ambizioni ch’esso stesso ha annunciato. L’assenza prolungata di una strategia nazionale impedisce la coerenza delle decisioni e favorisce interessi politici discordanti che vanno contro lo sviluppo sostenibile, come le esportazioni d’armi nei Paesi in guerra civile, le sovvenzioni che danneggiano la biodiversità, gli accordi di libero scambio non coordinati e le politiche migratorie arbitrarie.  

La comunità internazionale s’è accordata il 25 settembre 2015 sulla visione d’un mondo in pace, nel quale nessuno debba patire la fame, in cui vengano preservati gli ecosistemi terrestri e marittimi e dove consumo e produzione non superino i limiti del nostro pianeta. La Svizzera s’è pure impegnata a attuare l’Agenda 2030. Un anno e mezzo fa, il Consiglio federale ha annunciato una nuova strategia di sviluppo sostenibile, applicabile fino al 2030. Tuttavia, essa non è ancora stata resa nota, il che dimostra l’incapacità del Consiglio federale nel gestire questo dossier.   

Quest’anno il forum sulla sostenibilità proposto dalle Nazioni Unite ha dimostrato chiaramente che è necessario un grande sforzo a livello mondiale per raggiungere effettivamente gli OSS entro i prossimi dieci anni. La pandemia ha vanificato alcuni progressi già realizzati. Antonio Guterres, segretario generale dell’ONU, sottolinea che l’attuazione dei 17 OSS esige «un’immensa volontà politica e un’azione ambiziosa di tutte le parti coinvolte». Cinque anni se ne sono ormai andati. Ne restano ancora dieci per realizzare l’Agenda 2030. Mettiamoci al lavoro!

 

Per ulteriori informazioni:

Eva Schmassmann, direttrice Piattaforma Agenda 2030: 079 105 83 97

Pierre Zwahlen, presidente Piattaforma Agenda 2030: 079 615 44 33

 

(Traduzione: Fabio Bossi)