Commercio e investimenti

Comunicato
5.7.2018

Trasparenza nei negoziati con Mercosur !

Oggi inizia un nuovo giro di negoziati dell accordo tra i paesi dell'AELS e il Mercosur. Quattro ONG svizzere chiedono agli Stati contraenti la trasparenza di questi negoziati e uno studiod'impatto sullo sviluppo sostenibile.
Articolo global
28.6.2018

I pensionati soffrono, gli investitori giubilano

Argentina: la riforma delle pensioni adottata nel dicembre 2017 dovrebbe portare un risparmio di 6 miliardi USD. Allorchè il paese deve (almeno) 8 miliardi e 650 milioni USD a investitori stranieri e ne ha già pagato 11 miliardi a fondi avvoltoio...
Articolo global
22.12.2017

Un sistema sull’orlo del baratro

L’edificio giuridico che regola le controversie fra investitori e stati (ISDS) è sempre più sollecitato. La diplomazia multilaterale potrebbe dar vita ad un tribunale internazionale di arbitrato.
Articolo global
14.1.2017

TISA: Le negoziazioni girano a vuoto

Malgrado le pressioni dell’amministrazione Obama, gli Stati contraenti hanno gettato la spugna: il TISA non verrà concluso in dicembre. Numerose disposizioni restano problematiche, in particolare la liberalizzazione dei servizi pubblici.
Articoli di politica
6.12.2016

La Colombia cede a Novartis

Pare che sia la minaccia di una causa di Novartis ad aver convinto la Colombia a rinunciare ad emettere una licenza obbligatoria dell’anti cancro Glivec.
Articolo global
24.8.2016

Multinazionali svizzere denunciano state

Glencore contro la Colombia, Alpiq contro la Romania e forse presto anche Novartis contro Bogotà. Denunce scaturite sulla base dei trattati svizzeri di protezione degli investimenti.
Riassunto
4.8.2016

Investimenti: Philip Morris contro l’Uruguay

Nel 2010 Philip Morris ha fatto causa all’Uruguay concernente la sua legislazione anti-tabacco. La multinazionale reclama 25 milioni di USD di risarcimento. L’8 luglio 2016, l’Uruguay ha vinto – ma questa causa non avrebbe mai dovuto esistere.
Articolo global
16.12.2014

Vento nuovo dal Sud sui trattati d’investimento

Sempre più numerosi sono i paesi in sviluppo che riformano i loro trattati d’investimento, stanchi dei processi che intentano loro le multinazionali.
Comunicato
25.3.2013

Accordi di protezione degli investimenti obsoleti

I 130 accordi di protezione degli investimenti della Svizzera sono unilaterali e limitano in maniera esagerata il margine di manovra dei paesi d’accoglienza. Occorre dunque rivedere il nuovo accordo con la Tunisia.

Paesi